Mozart

&

Gasparini

Musiche di

Una prima assoluta!

Mozart - 

Programma

Gasparini     Overtura
                     
                     Aria di Ismene, In faccia all'oggetto
Mozart          Aria di Sifare, Lungi da te, mio bene
     
Gasparini      Marchia

 
                     Recitativo e Aria di Aspasia, Pallid'ombre
                     Aria di Sifare, Tuoni adirato il vento
Mozart          Sinfonia Haffner KV 385

Concezione

Questo programma presenta, in prima assoluta, un'aria di Wolfgang Amadeus Mozart cui faranno da cornice altri brani tratti dal Mitridate del suo coevo italiano Quirino Gasparini, anch'essi in prima eseuzione. La sinfonia "Haffner" chiude la serata.

L'Aria di Mozart "Lungi da te mio bene" è una versione alternativa dell'aria numero 13 di "Mitridate re di Ponto" KV 87. Essa ci giunge grazie all'autografo di Mozart conservato nella Biblioteca Gallica di Parigi. Nel manoscritto, però, la musica si interrompe a metà e risulta incompleta. NMA, l'edizione critica delle opere di Mozart, non fornisce indicazioni su come integrare la parte mancante così che, fino ad ora, l'aria sia rimasta mutila.

 

In occasione della prima del Mitridate di Mozart, andata in scena il 26 dicembre 1770 al Teatro Ducale di Milano, l'aria era stata scartata ed è quindi rimasta muta per 250 anni. È però un documento molto importante perché è uno dei pochi autografi pervenuti del Mitridate di Mozart, e spiega le fasi del lavoro preparatorio del Mitridate mentre l'opera, nella versione eseguita correntemente, è basata su copie non autografe, che non hanno lo stesso peso.

 

Luca Bianchini e Anna Trombetta, due musicologi italiani che da decenni si dedicano con passione allo studio dei testi mozartiani, sono riusciti a ricostruire questa Aria di Mozart sulla base di informazioni tratte da un manoscritto precedente. La nuova chiave di lettura consente di completare l'Aria utilizzando unicamente materiale di Mozart. I due musicologi, paleografi e filologi di formazione, sono estremamente rispettosi del manoscritto di Mozart e non inventano nulla né aggiungono parti di libera invenzione. Hanno ricavato tutto dall'autografo incompleto, utilizzando i suggerimenti del manoscritto che l'ha preceduto. In pratica hanno trovato i segnaposto che hanno permesso loro di individuare le parti del pezzo da replicare dandogli, così, la forma completa.

 

Con il senno di poi, la soluzione adottata dai due musicologi appare semplice e immediata. Eppure nessuno aveva finora risolto questo enigma, nonostante Mozart sia uno dei compositori più studiati al mondo. Come spesso accade, scoperte di questo tipo avvengono in modo inaspettato ed è stato così anche in questo caso. Bianchini e Trombetta stavano lavorando su manoscritti settecenteschi, coevi al Mitridate di Mozart, quando hanno scoperto una versione precedente della stessa Aria su parole identiche. Il confronto tra le due versioni simili di "Lungi da te, mio bene" ha permesso loro di riassemblare le parti mancanti dell'Aria di Mozart.

 

Personalmente trovo questa una soluzione molto convincente ed è un'occasione straordinaria per rendere finalmente eseguibile, a 250 anni dal viaggio in Italia, un pezzo di Mozart che non è stato possibile proporre al pubblico nella sua versione integrale. Una prima assoluta!

 

Ho scelto di affiancare all'Aria "Lungi da te, mio bene" alcuni brani tratti dal Mitridate di Quirino Gasparini la cui prima rappresentazione, al Teatro Regio di Torino, ha anticipato di tre anni quella del Mitridate di Mozart a Milano. Le musiche di Gasparini stupiscono per la loro eleganza e qualità ed anch'esse appaiono qui in prima esecuzione moderna. Gasparini (1721-1778), originario di Bergamo, fu allievo di Padre Martini e morì a Torino, dove era maestro di cappella del Duomo.

La chiave di lettura utilizzata per completare l'aria mozartiana presentata in questo programma, i due Mitridate, il rapporto tra Gasparini e i Mozart e molto di più, sono oggetto di un interessantissimo saggio di Bianchini e Trombetta sui Mozart in Italia, la cui pubblicazione in italiano è prevista per la primavera del 2021.

 

 

    Leonardo Muzii

    Per ingaggi: info@cameratarousseau.org

Links:

Lisa Larsson

Leonardo Muzii

Camerata Rousseau